da una idea di Bruna Gusberti

con     
Bruna Gusberti e Camilla Parini
oggetto di scena                  
Luca Minotti
video                                    
Loris Ciresa
assistenza tecnica               
Anita Faconti

testi e supervisione           
Cristina Castrillo


In una notte d’estate e in una quotidianità rassicurante nulla sembrerebbe turbare le ore, ma all’improvviso cade la neve.
Questo fenomeno inatteso è l’inizio di un percorso di domande e atti mancati, di un presente trasfigurato e di un futuro impotente.
Due donne si avvolgono di giovinezza e vecchiaia, di paralisi e movimento, di perdite e riscatti.
Come in uno specchio implacabile, da rompere come si spezza il ghiaccio, ciascuna cercherà di sciogliere il freddo e il silenzio della neve, quando questa tace.