amori

“È uno spettacolo di una delicatezza quasi commovente il nuovo lavoro teatrale di Cristina Castrillo, esteta raffinata e attenta ricercatrice della purezza del gesto teatrale, coraggiosa inventrice di un microcosmo perfetto e rarefatto, puro, innervato di magia… (…) le coreografie sono splendide, i movimenti forti e aggraziati al tempo stesso, i passi ben coordinati. E quanto bravi questi attori… (…) Insomma, è un piccolo gioiellino, questa messa in scena: una danza in punta di piedi dove non mancano momenti di ilarità. Che beffa, riuscire a far ridere senza bisogno delle parole. Che beffa verso chi si sforza di, e parla, parla, parla, senza riuscire a dire niente.”

Corriere del Ticino - Svizzera

“La parola è assente. Una scelta precisa e particolarmente emblematica se associata al tema di questa creazione. L’amore è un sentimento forte all’origine di gioia e sofferenza, un luogo dell’anima dove la parola sta perdendo significato. (…) Le loro storie vivono di ritmo e melodia danzando l’espressività (…) Anche Amori usa il ballo: ma parla con un linguaggio senza tempo, con un lessico fatto da piccole gestualità, di ironia mista a leggere malinconie.”

Settimanale Azione – Svizzera

“Ci si incontra, ci si ama follemente, ci si lascia, si tradisce e si piange, si perde l’amato per sempre e si ricomincia. Sedici sedie, sul fondo e ai lati, come metafora e metafisica di luoghi per i gesti della vita, in cui tornare, rifugiarsi o da abbandonare di nuovo, essere insieme, oppure in concentrata o sofferta solitudine. Amore trasgressivo, passionale e violento, amore come vezzeggiativo e buffetto riservato ad un bambino o ad un animale.”

Giornale del Popolo – Svizzera

“Uno spettacolo senza parole affidato alla potenza del gesto e della musica.
Un gesto quello, elaborato nell’arco di decenni da Cristina Castrillo che possiede, oggi, l’originalità e la raffinatezza scaturiti da un lungo, attento e puntiglioso lavoro sul corpo.
Gesto ironico o drammatico, interlocutorio o assertorio, ma sempre felice.
Va detto che i sei interpreti, Anita Faconti, Camilla Parini, Licia Amodeo, Daniele Bernardi, Loris Ciresa e Sturmius Wittschier, sono davvero di prima qualità.”

Geronimo – RSI, Rete 2 – Svizzera